baba-soups

Combattere influenza e raffreddore senza esagerare con il consumo di farmaci è possibile! 

Basta solo avere pazienza e dare i giusti strumenti al nostro fisico per tornare a pieno regime. I farmaci contro i classici mali di stagione spesso bloccano d’improvviso una situazione instabile del nostro organismo, ovvero quando le difese immunitarie sono debilitate e quindi virus e batteri si sono fatti strada.

I farmaci però hanno molte controindicazioni, prima fra tutte l’assuefazione che si può verificare quando si verifica un consumo eccessivo e non realmente necessario. Questo spesso avviene con gli antibiotici che andrebbero utilizzati solo in specifici casi e seguendo rigorosamente le indicazioni del medico curante.

Ma per sentirsi meglio esistono alcuni rimedi che possiamo mettere in pratica facilmente e che ci permettono di ridurre la quantità di farmaci utilizzati.

CIPOLLE CONTRO I BACILLI

Può sembrare strano ma sulla superficie interna delle cipolle tendono ad annidarsi moltissimi batteri e micro organismi quando questa viene tagliata e lasciata all’aria aperta. Per questo è un ottimo rimedio per allontanare da noi i batteri provenienti dell’esterno e presenti in casa o in ufficio. Tagliare in due una cipolla e lasciarla su un piattino all’aria aperta attirerà i bacilli che si depositeranno più facilmente su di essa piuttosto che su di noi.

Ovviamente la cipolla in questione dopo alcuni giorni va buttata…mangiarla non è proprio consigliato!:)

Il RIPOSO e DIGIUNO

Due semplici attenzioni che è importantissimo mettere in pratica! Quando si è ammalati o debilitati la miglior cura è sicuramente il riposo così da dar modo all’organismo di tornare in sesto. Il giusto riposo facilita la guarigione ed aiuta ad evitare spiacevoli ricadute a una settimana di distanza.

Riposare significa anche diminuire le porzioni e mangiare meno, anche il nostro sistema digestivo ha bisogno di un reset, per questo quando si è ammalati si ha spesso meno appetito. Ascoltiamo allora il nostro organismo!

Il nostro consiglio è quello di preparare brodi a base di verdure miste e alghe (kombu, dulse, arame, wakame). In questo modo otterremo il cosiddetto “brodo elettrolitico”, una bevanda ricca di sali minerali e molto ricostituente. Per aggiungere preziosi aminoacidi e fermenti lattici fondamentali per rinforzare il sistema immunitario aggiungere un cucchiaio di miso di orzo.

Durante la giornata bere frequentemente dei decotti di zenzero fresco a cui aggiungere un cucchiaino di miele per renderli più dolci e sfiziosi.

L’unico alimento solido che è consigliabile mangiare quando si è ammalati è il riso integrale. Potete cuocerne in abbondanza per un paio di giorni e consumarlo unitamente ai brodi ed al decotto. Il riso integrale (è fondamentale che sia integrale) aiuta a ridurre tutti gli stati infiammatori perché contiene alcune sostanze che bloccano attivamente l’infiammazione.

Ascoltare il nostro corpo è importante come fornirgli i giusti strumenti per essere sempre in salute. Seguite questi consigli abbinandoli alla cura consigliata dal vostro medico e in breve tempo vi sentirete nuovamente energici e attivi, senza ricadute!

La Nutrizionista