Si parla sempre dell’importanza di mangiare sano e di seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, ma quali sono i cibi che non devono assolutamente mancare nella nostra dieta?

Semi di Chia

Sono il superfood per eccellenza, questi semi hanno un alto contenuto di calcio (177 milligrammi per ogni porzione da 100 grammi, il 18% del fabbisogno giornaliero) e una presenza particolarmente bilanciata di acidi grassi essenziali omega3 e omega6.

Proprio l’alto contenuto di calcio rende i semi di chia una delle fonti vegetali principali di tale minerale, insieme ai semi di sesamo. Ideali da aggiungere alle nostre ricette come insalate o centrifugati di frutta e verdura.

Kiwi

Questo frutto ricco di antiossidanti diviene un vero e proprio toccasana se inserito nella nostra dieta.

I minerali in esso contenuti sono potassio, sodio, fosforo, calcio, magnesio, ferro, zinco, rame, manganese e selenio mentre le vitamine sono: vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6 e vitamina C in quantità molto abbondante.

Grazie alla grande quantità di vitamine in esso contenute è in grado di potenziare il sistema immunitario mentre la presenza di antiossidanti aiuta l’organismo a proteggere il DNA dai danni ossidativi.

Noci

Dal punto di vista nutrizionale le noci contengono il 16% di proteine, il 12% di glucidi e oltre il 60% di grassi Omega 3 e Omega 6 che le rende un frutto particolarmente calorico. I minerali contenuti sono: fosforo, magnesio, calcio, ferro e sodio.

Sono inoltre il frutto più ricco di zinco e rame, elementi che solitamente attingiamo dalla carne. Per questo motivo sono particolarmente indicate per coloro che seguono una dieta vegetariana.

Quinoa

Questo pseudo-cereale totalmente privo di glutine è un ottimo sostituto di pane e pasta ideale per coloro che soffrono di celiachia.

La quinoa è composta per il 60% circa da carboidrati complessi e a basso indice glicemico, che aiutano a contenere i livelli di zuccheri nel sangue e a tenere sotto controllo la fame.

Le proteine in essa presenti (circa il 13%) sono di elevato valore biologico in quanto contengono diversi aminoacidi essenziali, vale a dire aminoacidi che il nostro organismo no è in grado di sintetizzare da solo e che, quindi, devono essere assunti attraverso l’alimentazione.

Salmone

Cucinare il salmone significa assicurarsi delle ottime proprietà nutrizionali, con un apporto di calorie, che si rivela non affatto dannoso, nemmeno quando si segue un regime alimentare ipocalorico. Questo pesce è ricco di omega 3, che sono veri e propri alleato per la nostra salute. Riescono ad abbassare il livello del colesterolo, incidono positivamente sul rallentamento dell’invecchiamento, prevengono i tumori e aiutano a combattere l’osteoporosi.

Broccoli

Appartenenti alla famiglia delle crocifere i broccoli sono ortaggi ricchi di sali minerali (calcio, ferro, fosforo, potassio), vitamina C, B1 e B2; fibra alimentare; tiossazolidoni, sostanze che si sono dimostrate particolarmente efficaci nella cura della tiroide.

Inoltre, gli specialisti consigliano il loro consumo per l’alto potere antiossidante in essi contenuto che aiuta a rafforzare le difese immunitarie e spesso viene suggerito per combattere gastriti ed ulcere.

Fagioli

I fagioli hanno ottimi valori nutrizionali, sono ricchi di carboidrati e con un buon apporto proteico.

Rilevante è anche la quantità di vitamine del gruppo B. Il valore nutritivo dei fagioli è molto alto, ed è costituito per la maggior parte da carboidrati, che si combinano perfettamente con i cereali, a completamento di un quadro proteico dall’elevato valore biologico, pari a quello fornito dalle carni o dalle uova, e privo di colesterolo.

The verde

Da sempre il tè verde è conosciuto come bevanda della salute e nel corso degli ultimi decenni anche la scienza ha messo in evidenza le sue proprietà antiossidanti, diuretiche e antifiammatorie.

L’utilizzo del tè è consigliato anche come drenante nelle cure dimagranti. Il tè infatti svolge una buona azione diuretica e depurativa che favorisce l’eliminazione renale dell’acqua e la depurazione dell’organismo.

A differenza della caffeina presente nel caffè, la teina, unita ai tannini, viene liberata progressivamente nel corpo, svolgendo un’azione più moderata rispetto ad un caffè.

Mirtilli

I grandi pregi nutritivi del mirtillo derivano anche dalla ricca presenza di vitamina A e C (quelle in maggior quantità), ma anche di vitamine B1, B2, PP e di sali minerali essenziali per il nostro organismo (calcio, fosforo, ferro, sodio e potassio), che conferiscono alle bacche un’azione antiossidante.

Avocado

L’elevata presenza di vitamina A, B, D, E, K e minerali come il magnesio, il fosforo, il calcio e il potassio, donano all’avocado proprietà non indifferenti per la salute di tutto l’organismo.

Aiuta inoltre le proprietà cognitive e da molta energia per alcune ore. Un cucchiaino ha più calcio di un bicchiere di latte, più Omega 3 del salmone, e più antiossidanti dei mirtilli.