A chi non capita, in ufficio piuttosto che a casa di essere vittima di attacchi di fame improvvisi? Come prima cosa, bisognerebbe analizzare la propria dieta per risolvere il problema a monte perché significa che abbiamo commesso qualche errore nel nostro modo di alimentarci.

Con un’alimentazione sana bilanciata gli attacchi di fame non dovrebbero capitare, a parte per alcuni sbalzi ormonali tutti al femminile che potrebbero giustificare un aumento di appetito in un preciso periodo.

Gli attacchi di fame infatti sono dovuti quasi sempre ad un brusco calo del livello di zuccheri nel sangue. Questo accade anche se non abbiamo realmente bisogno di cibo o energie. Se abbiamo saltato un pasto il senso di fame può essere giustificato anche se non è assolutamente consigliato perché avremo troppa fame al pasto successivo e rischieremo di abbuffarci.

Se si è mangiato qualcosa di troppo zuccherino o troppo raffinato come la brioche della colazione, l’attacco di fame di metà mattina è una ovvia conseguenza del picco glicemico che il cibo ci ha causato.

Questo avviene quando le calorie del pasto sono già state immagazzinate e gli zuccheri (dato il carico glicemico molto elevato) sono stati assorbiti molto in fretta ed introdotti grazie al rilascio di abbondante insulina. Questo procedimento avviene talmente in fretta che facilmente si saranno già depositati sul girovita lasciandoci affamati perché l’insulina ha ripulito tutto lo zucchero del sangue. D’altronde è più comodo reclamare cibo che mobilitare le riserve di grasso!!

Prima regola dunque è quella di alimentarsi in modo equilibrato scegliendo alimenti integrali che permettono un lento rilascio degli zuccheri.

Allo stesso modo quando siamo vittima della fame improvvisa dobbiamo scegliere cibi che mantengano costante il livello zuccherino nel sangue, per questo è importante organizzarsi ed avere sempre qualcosa a portata di mano.

Il nostro consiglio è quello di prediligere frutta secca come mandorle, noci o nocciole: tolgono la fame in un lampo e grazie a fibre e grassi buoni non causano grandi picchi glicemici.

Altra valida alternativa è la verdura, forse un po’ più difficile da reperire ma basta un piccolo sforzo per poter placare la fame in maniera super salutare. Un finocchio, del sedano o una carota, il tutto crudo, le verdure sono ricche di fibre e povere di zuccheri…saziano ed aiutano a dimagrire perché quando vengono mangiate da sole stimolano il metabolismo che brucia più di quanto ha ricevuto dalle verdure stesse.

Gli estratti possono essere un valido aiuto per gli attacchi di fame ma attenzione! Se sono troppo zuccherini meglio evitarli. Ottimo ad esempio BABASUCCO DETOX, PROTEICO e DIGESTIVO poiché ricchi anche di ortaggi o frutta a guscio e privi di zuccheri aggiunti.

La Nutrizionista Valeria Agnelutto